business.we.love

Moda News Lifestyle by Colette

TENDENZE. Louis Vuitton à la Gare: un viaggio nell’alta moda.

Oggi è il secondo giorno di maggio, questa è decisamente una primavera piovosa e intrisa di pessimismo mediatico. Sto lavorando alle vetrine del lancio estate e sono immersa in tecnicismi per realizzare delle maxi cartoline vintage di un’Italia che non c’è più.

Sconfortata dagli scontri avvenuti ieri al corteo della festa del Primo Maggio, penso che questa società a volte sembri proprio invitarci al disinteresse ed alla svogliatezza. Bene, scelgo di cadere volentieri nella trappola e quest’oggi decido di coltivare interessi un po’ vanesi: leggo di moda e bellezza, m’incanto di fronte a un’immagine e decido di raccontarvi come questa voglia di evadere sia stata interpretata da un genio dell’alta moda…

 Image

L’incantevole sfilata autunno-inverno 2012-13 di Luis Vuitton ha luogo in una Parigi trasformata in stazione dei primi Novecento. La ricostruzione è perfetta: un’antica locomotiva sosta accanto alla passerella, splendide viaggiatrici scendono dal treno indossando abiti meravigliosi, accompagnate da facchini che smuovono preziosi bagagli.

Fumosa è la notte, sotto l’orologio di stazione che scandisce il tempo di un viaggio dalla campagna alla città. A metà tra fiaba e realtà dominano i colori viola, rosso, senape, rosa, marrone, nero; sfilano sognanti le stampe tappezzeria con bottoni a fiore; tra gli accessori spiccano pennacchi in fur, francesine e splendide Mary Jane dal tacco vertiginoso; protagoniste della maison sono sempre le tradizionali doctor’s bag impreziosite da nuovi dettagli…

Sospiro. Assimilo un’altra droga onirica e vado avanti: tra sogni, stoffe e suggestioni qualcosa di bello oggi succederà…

3 commenti su “TENDENZE. Louis Vuitton à la Gare: un viaggio nell’alta moda.

  1. Milla
    2 maggio 2012

    Aaahhhhh… Sospiro anche io… Pensando al giorno in cui un uomo ricco e pieno di gusto mi regalerà una doctor’s bag di Vuitton.
    Perché prima o poi accadrà, me lo sento.

    (a-ehm)

    Mi piace

    • business.we.love
      4 maggio 2012

      Già… a volte vorrei passeggiare in una stazione antica sospesa tra un viaggio e l’altro… Mi chiedo perché non si possano pilotare i sogni notturni: invece di sognare il mio capo che mi affida un progetto di digital signage il sabato mattina, stamattina mi sarei alzata di gran lunga più felice se avessi sognato Parigi all’epoca della belle epoque!

      Mi piace

  2. apierri
    19 giugno 2012

    Reblogged this on trenodopotreno and commented:
    rebloggo anche questo grazie

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 2 maggio 2012 da in moda, shopping con tag , , , , , , , .
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: