business.we.love

Moda News Lifestyle by Colette

DIARIO, II atto. Uno sposo, cento sposi (Carlo Pignatelli PE 2013).

A Milano raggiungo finalmente Lorenzo che mi aspetta da un pezzo in piazza Duca D’Aosta. Da quel momento tutto prende a filare liscio: l’aria condizionata mi ha fissato il trucco e i capelli, per cui essendo congelata sembro di marmo. Anche il mio abitino in chiffon di seta bluette, non so come, è tornato ad essere impeccabile come appena uscito dalla stireria.

Raggiungiamo Massimiliano e la bella Anya ed insieme andiamo allo show room. Ci aspetta un piccolo buffet in sala prima di accedere al magico mondo di Carlo Pignatelli sposo 2013. Qui, guardando i look degli altri ospiti, apprezzo il buon gusto diffuso tra gli invitati. Poi compare un tris di eccezioni che ristabilisce la media delle stravaganze mondane: coppie gay avvolte in pizzi dark, vippine fluorescenti e signore che s’incipriano davanti a tutti.

La sala è magnifica, con sedie oro chiaro in stile francese ed una luce tiepida ed avvolgente. Poi una musica che evoca atmosfere d’Oriente apre il defilé ed iniziano a rincorrersi fluidamente in passerella splendidi modelli che, come bambolotti perfetti in ogni dettaglio, riempiono di bellezza gli occhi degli spettatori.

Non ho mai visto così tanti sposi tutti insieme, uno dietro l’altro, come bignet su un trasportatore a nastro. Belli, giovani, freschi ed elegantissimi. Lo sposo di Carlo Pignatelli è un dandy impeccabile e pettinato – ti dici guardando sfilare tanto splendore. Ma poi sbuca da dietro un ricco playboy d’Oriente e allora – pensi – lo sposo di Pignatelli è un ricco pashà.

Sulla fine, come in un racconto di viaggio che volge al termine, lo sposo 2013 di Carlo Pignatelli si dichiara un affascinante personaggio della neo-nobilty inglese che interpreta l’eleganza come un mix di impeccabile sartorialità intellettuale contaminato da lussuosi dettagli di charme alla Mille e una notte. Giacche formali in tessuti damascati, lussuosi lamé d’oro chiaro e argento madreperlato, copricapo ispirati ai fez marocchini, foulard con pendagli dorati stile odalisca.

Ai tagli dandy delle giacche e dei cappotti formali, si alternano gillet con dettagli in filato d’oro ed elegantissimi frac da damerino corredati da strass estremi che si applicano ai tessuti fino ad invadere accessori per capelli e sopracciglia. I colletti della camicia bianca classica si alzano fino a trasformarsi in colli orientali da indossare sotto la giacca, sulla fine sfilano abiti di un elegante grigio antracite tagliati a sorpresa da una camicia acquamarina.

Tra ampie giacche Japan style e l’esperimento della giacca con zip, il massimo della sintesi Oriente-Occidente è osare un preziosissimo sari maschile da portare sotto la giacca formale. Interessante la scelta del coiffage: capelli iperlucidi da damerino pettinatissimo con riga di lato. Tra gli applausi sbuca dalle quinte lo stilista, resta lì solo qualche secondo, per ringraziare il pubblico entusiasta. E si conclama un ulteriore successo per la maison Carlo Pignatelli.

Si chiude così la sfilata Pignatelli moda uomo primavera-estate 2013 nella cornice della Milano Fashion Week: tra lusso e easy-chic, una leggerezza sognante ed un ritorno all’impeccabile affrontato con disinvoltura, rompendo gli schemi dell’etichetta borghese e proponendo l’immagine di un fascinoso viaggiatore, instancabile esploratore di mondi ed idee.

Lo slideshow su http://www.marieclaire.it/Sfilate/Carlo-Pignatelli-Milano-Uomo-Primavera-Estate-2013

Il blog di Nicoletta Napoli.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 24 giugno 2012 da in moda, shopping con tag , , , , , .
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: