business.we.love

Moda News Lifestyle by Colette

DIARIO. Pensieri opachi.

Siamo troppi in uno per poter avere una vetrina sola. Quando non riesco ad esprimermi sento addosso un’armatura scomoda, pesante. Non so se mi importa più di quello che lascio al mondo, dove passo, o quello che resta dentro di me. Quelle briciole. Un’amica un giorno mi ha detto di lasciar vivere la parte più piccola di me quando la sentivo arrivare, di non ostacolarla, di farla crescere. O almeno credo volesse dirmi questo. Ma quando mando avanti lei, c’è una parte di me che si sente schiacciata in un angolo, priva di voce. È pesante, come un’armatura appunto. E dentro, solo briciole. Non sono più un paesaggio privo di ombre, non sono un ritratto senza difetti, non sono un sogno anche se nei sogni mi muovo meglio. È come essere in treno. La domenica sera a volte è proprio come un treno che corre su binari che fanno scintille, tra acquerelli giallo-verdi che sul finestrino disegnano pensieri opachi. Succede, di ritrovarsi così grandi e così privi di esperienza.

image

Il blog di Nicoletta Napoli.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 3 febbraio 2013 da in comunicazione con tag , , , .
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: