business.we.love

Moda News Lifestyle by Colette

VIAGGI. Ibiza-off: i tesori immortali dell’isola del divertimento.

Patrimonio dell’umanità. Ibiza, terza per grandezza delle isole Baleari, è meta turistica indiscussa del Mediterraneo per i divertimenti e la vita notturna. Questo primato nasconde un aspetto dell’isola decisamente più affascinante: i suoi tesori storici, archeologici e naturalistici, che sono patrimonio dell’umanità dal 1999.

Profumo d’altre terre. Avventurarsi all’interno dell’isola, attraverso i campi di terra rossa che contrastano con i bianchi mandorli in fiore, inoltrarsi nei boschi profumati dai pini o per le scogliere del nord, rivela un segreto che non tutti sanno vedere: Ibiza ha il profumo dell’Oriente, degli antichi colonizzatori fenici, dei greci, ma anche di tutti coloro che sull’isola hanno trovato un luogo di pace dove vivere secondo le filosofie new age e hippy degli anni Sessanta.

Al centro del Mediterraneo. La posizione di Ibiza fece di lei un luogo di multiculturalità, di incontro per i commerci. I greci la chiamarono Pithyusa per le fitte pinete, i romani Ebusus, i fenici Ibossim, nome che derivava da Bes, divinità egizia e fenicia simbolo di fertilità e buon auspicio. Una leggenda vuole che l’isola abbia dato i natali ad Annibale, un’altra che gli egizi qui ricercassero materiale per costruire le piramidi. I fenici lasciarono numerose tracce su quest’isola protetta dagli dei, fino alla conquista romana.

Tesori immortali. Sa Caleta ed Elvissa sono due importanti testimonianze della dominazione fenicia. Sa Caleta è raggiungibile dalla strada che da Ibiza porta a San Josep, tra Cala Jondal ed Es Codolar. Elvissa vi racconterà la sua storia attraverso il centro antico della città. La necropoli del Puig d’en Molins con tremila tombe è il più vasto complesso fenicio di sepolture mai ritrovato. La grotta di Sa Culleram, a nord-est vicino alla cala San Vincente, è un santuario in onore della dea Tanit collocato in una grotta raggiungibile attraverso una pineta.

Ibiza segreta.

Ibiza segreta.

Per andare oltre…

Ecco alcuni tragitti bellissimi da fare in bici per scoprire le meraviglie dell’isola: http://www.viagginbici.com/bici-e-natura/ibiza-e-i-suoi-volti-segreti-da-scoprire/.

Qui si trovano informazioni sulla “Festa dei tamburi della pace”, la cerimonia hippy che si celebra ogni domenica al tramonto a Benirras Beach, da cui si può vedere l’isolotto “sacro” di Cap Bernat: http://www.ibizavuela.com/spiagge-benirras.html.

Da visitare il paese di Sant’Eulalia, sovrastato dalla collina con la chiesa Puig de Missa. Qui passa l’unico corso d’acqua dell’isola e il villaggio di San Carlos è uno degli ultimi baluardi hippy: http://www.soloibiza.com/it/turismo/santa-eularia/.

Un breve racconto dalla comunità hippy: Si suona il campanello che fu trombetta di un rickshaw e si aprono le porte del nuovo mondo di Marialuisa Vassallo, settantatré anni, Anurag da quando il maestro Osho le ha cambiato la vita. Nessuno la chiama più col nome che aveva quando, nata e cresciuta a Milano, voleva fare la maestra di sci e vivere sul cucuzzolo di una montagna. Invece si è ritrovata in una vecchia finca di Ibiza travolta dalla pace a insegnare yoga. (…) Arrivano soprattutto ragazzi a tempo indeterminato. Da Madrid, Barcellona ma anche da Australia e Nuova Zelanda. I dj dell’ isola, studenti, giovani che vivono la notte fino in fondo. «Mi dicono, “resto qui finché non imparo”». Alcuni si fermano anche sei mesi. (…) Prima di voltare pagina con lo yoga, Anurag organizzava le feste più belle di Ibiza, al chiaro di luna. Sulla spiaggia di Benirras andava a suonare i tamburi. «Ballavamo nudi intorno al fuoco, adesso è diventata una cosa di folklore, quasi non trovi parcheggio». Qualcuno dei vecchi amici lavora ancora al mercato hippy de Las Dalias. Gente colorata che crede che Jimi Hendrix sia ancora vivo, con la stessa fede con cui i bambini aspettano Babbo Natale.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: